LA CHIRURGIA PANCREATICA IN ITALIA – REPORT MARZO 2016

29 Marzo 2016 • Redazione

La Chirurgia Pancreatica in Italia – Report Marzo 2016

Improvvisamente, come un fulmine a ciel sereno, si scopre che una persona cara potrebbe avere un tumore al pancreas. Tutti noi arriviamo ovviamente impreparati nell’affrontare una simile situazione. Cosa si può fare, a chi ci si può rivolgere? A tal riguardo cominciano ad emergere alcune indicazioni basate su fatti e numeri non sul sentito dire dell’amico dell’amico.

A marzo 2016 è stato un pubblicato un articolo sulla rivista della Hepato-Pancreatic-Biliary Association importante  per la comprensione dello stato della chirurgia pancreatica in Italia:

Overuse of surgery in patients with pancreatic cancer. A nationwide analysis in Italy  di Gianpaolo Balzano, Giovanni Capretti, Giuditta Callea, Elena Cantù, Flavia Carle & Raffaele Pezzill

L’articolo in inglese può essere scaricato al seguente link: http://bit.ly/1NvVJka

Perché i dati raccolti e analizzati in questo articolo sono importanti? Fino a quando non si è coinvolti, direttamente o indirettamente, in pochissimi sanno che gli interventi di chirurgia pancreatica sono  tra i più complessi tra tutti gli organi dell’apparato addominale.  Di conseguenza la scelta di una squadra medica per un eventuale intervento chirurgico al pancreas va ponderata con molta attenzione.  La disponibilità quindi di dati validati su questo tipo di chirurgia è molto importante e può essere uno dei fattori potenzialmente discriminante nella selezione dell’ospedale.

È utile sapere che esistono tutta una serie di pubblicazioni e raccomandazioni a livello internazionale, http://bit.ly/1TdaTNo, che consigliano di sottoporsi a interventi di chirurgia pancreatica in centri specializzati ad altissimo volume di interventi, in altre parole viene consigliato di farsi operare in quegli ospedali in cui ci sia una squadra di chirurghi con grande esperienza e che continuino ad eseguire interventi in quantità consistenti.

Lo studio menzionato si basa su dati sugli interventi di chirurgia pancreatica in Italia raccolti dal Ministero della Sanità tra il 210 e 2012. Questi dati  sono stati poi elaborati secondo degli schemi classici della statistica e interpretati sulla base di competenze mediche. Uno dei maggiori risultati dell’articolo è la classificazione degli ospedali per numero di interventi di chirurgia pancreatica eseguiti nell’anno:

  1. volume bassissimo, meno di 6 interventi: 408 ospedali pari al 75% del totale
  2. volume basso, tra 10 e 26 interventi: 76 ospedali  pari al 14% del totale
  3. volume medio, tra 27 e 57 interventi: 37 ospedali  pari al 6,8% del totale
  4. alto volume, tra 58 e 141 interventi: 17 ospedali pari al 3,1% del totale
  5. altissimo volume, sopra i 141 interventi: 6 ospedali pari all’1,1% del totale

Si sottolinea come questo schema di classificazione sia in sintonia con le raccomandazioni a livello internazionali. Le tabelle seguenti danno una rappresentazione grafica dei dati elencati sopra e mettono in luce anche in maniera disarmante  alcune situazioni degne di attenzione, molta attenzione,  per i pazienti di tumore al pancreas: in Italia ci sono 408 ospedali che eseguono a vario titolo pochissimi interventi di chirurgia pancreatica all’anno. È difficile pensare che qualcuno si possa sottoporre ad un tale intervento così complesso  in uno di questi ospedali se fosse consapevole delle raccomandazioni generali e della qualità dei risultati.

Classificazione Ospedali per Volumi - Barre