2021 – Insieme per la cura e la ricerca sul pancreas

31 Dicembre 2020 • Redazione

Il 2020, come tutti gli anni, è stato un anno difficile per i pazienti con tumore al pancreas. Il COVID-19 ha però complicato la disponibilità di indagini diagnostiche e la continuità delle cure. Ha decisamente piovuto sul bagnato. Tutti ci siamo dovuti confrontare con una situazione totalmente nuova a cui siamo anche arrivati impreparati. L’aspetto più importante: la rete di solidarietà che si è sviluppata per dare supporto a tutta la comunità e per mantenere alta l’attenzione su questa patologia.

Un anno fuori dalle righe

Il 2020 è stato un anno molto diverso da come molti di noi se lo erano prefigurato. Un anno in cui tutti abbiamo dovuto imparare a fare i conti con l’incognita del futuro anche molto prossimo. Un anno, purtroppo, in cui a causa della pandemia di Covid-19 il nostro rapporto con la sanità è stato stravolto.

La sanità in tilt 

Per Codice Viola è stato un anno denso di attività e di impegni, spesso finalizzati ad aiutare tutti quei pazienti di tumore al pancreas che si sono trovati ad affrontare questa difficile malattia in un periodo di grandissima difficoltà per il Sistema Sanitario Nazionale.  Con un sondaggio diffuso tra i pazienti oncologici, abbiamo fotografato lo stallo improvviso in cui si sono ritrovati a causa della pandemia, per poi denunciare pubblicamente la situazione, dati in mano, attraverso il nostro blog, e interviste su stampa nazionale e internazionale, su telegiornali e radio. Non solo denuncia, abbiamo aiutato ad orientarsi nel mondo delle cure centinaia di pazienti, parlato con i loro caregiver, indicato dove potersi rivolgere per ricevere le cure necessarie.

Teppisti nel cuore e nelle gambe

Abbiamo orgogliosamente organizzato il primo Trekking di pazienti con adenocarcinoma pancreatico (battezzato la TEPPA) che per tre giorni ci ha portato nella zona di Populonia-Baratti a camminare insieme e scoprire posti straordinari. Camminando al passo del più lento (che spesso non era un paziente ma un caregiver), siamo arrivati tutti insieme alla meta.

Anche noi dobbiamo mangiare 

Abbiamo mantenuto al posto d’onore delle nostre attività di divulgazione il tema della nutrizione per i pazienti con tumore al pancreas, proseguendo fino al lock-down gli incontri di social cooking a Milano; curando un seminario specifico sulla nutrizione con interventi di