Cellule tumore pancreas.jpg

Vaccino mRNA per il tumore del pancreas

11 Maggio 2023 • Redazione

Questa settimana è stato pubblicato uno studio sulla rivista Nature su un nuovo vaccino personalizzato, mRNA, RNA messaggero, che apre degli spiragli importanti tra le potenziali opzioni di cura per  la forma più diffusa e aggressiva di cancro al pancreas, l’adecarcinona del pancreas, comunemente indicato come tumore del pancreas.

In uno studio clinico di Fase I su 16 pazienti operati, il vaccino mRNA della Biontech, prodotto e personalizzato sulla base di informazioni provenienti dal sequenziamento genomico del tessuto tumorale, in combinazione con altri farmaci: atezolizumab, cevumeran, mFOLFIRINOX, ha generato un aumento della risposta immunitaria dei pazienti con il risultato di un ritardo nella manifestazione di recidive nella metà dei casi.  Si ricorda che la Fase 1 di uno studio serve a verificare gli aspetti di sicurezza e tollerabilità del protocollo non a misurarne l’efficacia. Questo è un importante aspetto da tenere in considerazione, ragion per cui è importante  verificare che lo studio di Fase II su un campione più numeroso di pazienti possa confermare questi dati preliminari con maggiori dati a disposizione.

Recenti studi hanno dimostrato che la maggior parte dei pazienti affetti da da adenocaricona del pancreas presenta alti livelli di nuovi antigeni, cioè proteine localizzate sulla superficie delle cellule che emergono sui tumori in seguito a mutazioni del DNA. Dall’esperienza del COVID abbiamo imparato che queste proteine possono diventare il bersaglio di terapie vaccinali personalizzate. Da qui le speranze generate da questi risultati preliminari dello studio di Fase II.

“Questo è il primo successo dimostrabile – e lo chiamerò un successo -, nonostante la natura preliminare dello studio di un vaccino a mRNA nel cancro del pancreas”, ha affermato il dott. Anirban Maitra, MD Anderson Cancer Center, noto ricercatore non coinvolto nello studio. “Certamente una pietra miliare.”

Oltre a ci&og